Bonus 200 euro – D.L. “Aiuti”

E' il bonus di 200 euro che spetta, per una sola volta, a diverse categorie di lavoratori e pensionati.
A chi è rivolto:
Il bonus 200 euro spetta a diverse categorie di lavoratori, percettori di altre indennità e pensionati.
Requisiti:
I requisiti variano a seconda della categoria interessata.

Che cos’è

Il Decreto Legge “Aiuti” (D.L. n. 50/2022) riconosce, a particolari categorie di soggetti, un bonus di 200 euro.

Destinatari e requisiti

Possono fruire del bonus di 200 euro, le seguenti categorie di interessati.

1) Lavoratori dipendenti. Per questa casistica l’accredito del bonus di 200 euro sarà automatico per il tramite del datore di lavoro. Per conoscere nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti clicca qui.

2) Lavoratori autonomi e professionisti. Per richiedere gli importi, occorre attendere la pubblicazione del decreto interministeriale. Per conoscere nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti clicca qui.

3) Altre categorie di lavoratori. Solo per la categoria dei lavoratori domestici, il bonus di 200 euro dovrà essere richiesto con specifica domanda. Per le altre categorie, l’accredito sarà effettuato d’ufficio dall’INPS. Per conoscere nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti clicca qui.

4) Percettori di specifiche indennità previdenziali o assistenziali. Per questa casistica l’accredito del bonus 200 euro sarà effettuato d’ufficio dall’INPS. Per conoscere nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti clicca qui.

5) Pensionati. Per questa casistica l’accredito del bonus 200 euro sarà effettuato d’ufficio dall’INPS. Per conoscere nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti clicca qui.

Attenzione! Il bonus spetta una solta volta, anche nei casi in cui l’interessato rientri contestualmente in più d’una categoria di cui sopra.

Domanda

L’INPS non ha ancora reso disponibili le procedure per l’invio delle domande.

La domanda potrà essere presentata all’INPS anche tramite il portale www.epasa-itaco.it.