Buoni nido e forme di supporto presso la propria abitazione

Il Bonus Asilo Nido è una misura di sostegno economico rivolta alle famiglie. Consiste in un aiuto in denaro, sotto forma di rimborso, a favore dei genitori di figli nati, affidati o adottati fino a 3 anni di età, per pagare le rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati, o forme di assistenza domiciliare, nel caso di bambini affetti da gravi patologie croniche che non possono frequentare l’asilo.
A chi è rivolto:
Per le famiglie con figli fino a tre anni
Requisiti:
frequenza asilo nido e forme di supporto presso la priopria abitazione

Che cos’è

Il Bonus Asilo Nido è una misura di sostegno economico rivolta alle famiglie. Consiste in un aiuto in denaro, sotto forma di rimborso, a favore dei genitori di figli nati, affidati o adottati fino a 3 anni di età, per pagare le rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati, o forme di assistenza domiciliare, nel caso di bambini affetti da gravi patologie croniche che non possono frequentare l’asilo.

A chi è rivolto

Il bonus è rivolto a tutti i genitori di minori da zero a tre anni

Requisiti

Tra i requisiti per richiedere il bonus ci sono la cittadinanza italiana o Ue, il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea, carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea, status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria, la residenza in Italia

Misura

L’importo del bonus è determinato in base a tre diverse fasce ISEE:

E’ bene specificare che gli importo sopra indicati, non vengono corrisposti interamente ma solo a copertura delle spese realmente sostenute per la frequenza scolastica del bambino

Compatibilità

Il bonus nido è compatibile con il “Premio alla Nascita” di 800 euro,

mentre non è cumulabile con la detrazione fiscale per la frequenza degli asili nido prevista dall’articolo 2, comma 6, della legge n. 203/2008.

Come richiederlo

Il Bonus Nido può essere richiesto dal genitore che sostiene l’effettivo pagamento delle rette scolastiche o, per i servizi di assistenza domiciliare, che coabita con il minore o ha dimora abituale nel suo stesso comune.

La domanda può essere presentata all’INPS anche tramite il portale www.epasa-itaco.it. Scorri la pagina e clicca sul pulsante “Pratica on line” per effettuare la domanda on line, oppure seleziona “Pratica in ufficio” per conoscere la sede a te più vicina.

Documentazione necessaria per la richiesta del bonus nido

Documentazione necessaria per la richiesta i supporto presso la propria abitazione

Per ottenere il sostegno, in caso del bimbo affetto da gravi patologie croniche, che necessita di essere assistito presso la propria abitazione, è necessario un attestato rilasciato dal pediatra di libera scelta che attesti per l’intero anno di riferimento “l’impossibilità del bambino a frequentare gli asili nido in ragione di una grave patologia cronica”. Il documento deve essere presentato dal genitore convivente

Termini di presentazione

La domanda di bonus nido può essere presentata entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento.

Per le ricevute di pagamento effettuate per l’anno 2021, l’INPS ha comunicato che la documentazione può essere inviata entro e non oltre il 1° aprile 2022.

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio