Assegno ordinario di invalidità INPS

L’assegno ordinario di invalidità è erogato dall’INPS ai lavoratori la cui capacità lavorativa risulti ridotta a causa di un’accertata infermità di natura fisica o mentale.
A chi è rivolto:
L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione erogata dall’INPS ai lavoratori la cui capacità lavorativa risulti ridotta a meno di un terzo a causa di un’accertata infermità di natura fisica o mentale.
Requisiti:
E' richiesto l'accertamento del requisito sanitario e contributivo (almeno 3 anni di contributi negli ultimi 5 anni).

Che cos’è

L’assegno ordinario di invalidità è una prestazione erogata dall’INPS ai lavoratori la cui capacità lavorativa risulti ridotta a meno di un terzo a causa di un’accertata infermità di natura fisica o mentale.

L’assegno ha durata triennale: al termine dei 3 anni, è possibile chiedere il rinnovo della prestazione, formulando una nuova domanda entro la data di scadenza. Dopo tre riconoscimenti consecutivi, l’assegno diventa definitivo, fermo restando la facoltà dell’INPS di sottoporre l’assegno a revisione: in qualsiasi momento, quindi, l’Ente può disporre dei controlli medico-legali per verificare che continuino a sussistere le condizioni vincolanti all’erogazione della prestazione economica.  

Al compimento dell’età pensionabile, e in presenza di tutti i requisiti, l’assegno ordinario di invalidità è trasformato d’ufficio dall’INPS in pensione di vecchiaia.

A chi è rivolto

L’assegno ordinario di invalidità può essere richiesto dai lavoratori:

Requisiti

I requisiti sanitari richiesti per poter presentare la domanda di assegno ordinario di invalidità sono i seguenti: 

requisiti amministrativi richiesti, sono, invece: 

Cumulabilità

L’assegno ordinario di invalidità è cumulabile con altri redditi (anche da lavoro) ma, in tali ipotesi, è prevista una riduzione:  

È prevista una ulteriore trattenuta che dipende dall’anzianità contributiva e vale per chi ha meno di 40 anni di contributi. In questo caso, la riduzione sarà pari:  

Come richiederlo

Alla domanda va allegato il modello SS3 (certificato medico) debitamente compilato dal medico curante. 

La domanda può essere presentata all’INPS anche tramite il portale www.epasa-itaco.it. Scorri la pagina e clicca sul pulsante “Pratica on line” per effettuare la domanda on line, oppure seleziona “Pratica in ufficio” per conoscere la sede a te più vicina.

Termini di presentazione

L’assegno ordinario di invalidità decorre, generalmente, dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Nel caso in cui la domanda di rinnovo dell’assegno è presentata nei 120 giorni successivi al termine di fruizione della prestazione, l’assegno potrà essere confermato ma avrà decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della nuova domanda.

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio