Pensione di inabilità INPS con contribuzione italiana e estera

La pensione di inabilità della Legge n. 222/1984 spetta a coloro che si trovano nell'assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività di lavoro a causa di infermità o difetto fisico o mentale, anche nel caso in cui abbiano maturato il requisito amministrativo necessario svolgendo attività di lavoro in paesi esteri convenzionati con l'Italia.
A chi è rivolto:
La pensione di inabilità INPS spetta anche nel caso in cui il requisito amministrativo sia stato perfezionato con contribuzione estera.
Requisiti:
La pensione di inabilità INPS spetta a coloro che si trovano nell'assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività di lavoro a causa di infermità o difetto fisico o mentale e con almeno 3 anni di contributi negli ultimi 5.

Che cos’è

La pensione di inabilità della Legge n. 222/1984 spetta a coloro che si trovano nell’assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività di lavoro a causa di infermità o difetto fisico o mentale, anche nel caso in cui abbiano maturato il requisito amministrativo necessario svolgendo attività di lavoro in paesi esteri convenzionati con l’Italia.

A chi è rivolto

La pensione di inabilità può essere richiesta anche da coloro che hanno svolto attività di lavoro all’estero in paesi convenzionati con l’Italia

Requisiti

Per poter richiedere la pensione di inabilità con contribuzione derivante da lavoro svolto all’estero è richiesto:

Come richiederlo

Per presentare domanda di pensione di inabilità occorre il Modello SS3.

La domanda può essere presentata all’INPS anche tramite il portale www.epasa-itaco.it. Scorri la pagina e clicca sul pulsante “Pratica on line” per effettuare la domanda on line, oppure seleziona “Pratica in ufficio” per conoscere la sede a te più vicina.

Compila la Pratica online

Pratica online

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio