Indennità per i lavoratori affetti da drepanocitosi e talassemia

A sostegno del reddito dei lavoratori affetti da drepanocitosi e talassemia è riconosciuta dall'INPS una prestazione economica annuale.
A chi è rivolto:
Lavoratori dipendenti, autonomi o liberi professionisti.
Requisiti:
Età anagrafica di almeno 35 anni; anzianità contributiva di almeno 10 anni; possesso dei requisiti sanitari, di cittadinanza e residenza in Italia.

Che cos’è

Prestazione economica corrisposta mensilmente dall’INPS in favore dei lavoratori affetti da drepanocitosi (anemia falciforme) e talassemia (major o intermedia).

L’indennità è pari al trattamento minimo delle pensioni a carico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti.

Per il 2021 l’importo è di 515,58 euro mensili.

Non è soggetta ad IRPEF.

A chi è rivolto

E’ riconosciuta ai lavoratori dipendenti, autonomi o liberi professionisti.

Requisiti

E’ indispensabile il possesso dei seguenti requisiti sanitari e amministrativi:  

E’ concessa anche in caso di versamento dei contributi ad altri Enti previdenziali. 

Compatibilità

E’ cumulabile con altri redditi, pensioni ed altre prestazioni previdenziali.

Non sono previsti limiti di reddito per l’erogazione.

Come richiederlo

Alla richiesta è necessario allegare:

Il pagamento della prestazione decorre dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Seleziona “Pratica in ufficio” per trovare la sede a te più vicina e ricevere maggiori informazioni.

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio