Richiesta assegno di incollocabilità

L'INAIL riconosce una prestazione assistenziale agli invalidi per infortunio o malattia professionale impossibilitati ad essere collocati in qualsiasi settore lavorativo.
A chi è rivolto:
Lavoratori titolari di rendita diretta.
Requisiti:
Inabilità permanente pari o superiore al 34%, per eventi antecedenti al 31.12.2006; menomazione dell'integrità psico-fisica superiore al 20%, per eventi successivi al 1.1.2007.

Che cos’è

Prestazione economica integrativa erogata dall’INAIL a sostegno dei lavoratori infortunati o affetti da malattie professionali.

L’importo è liquidato mensilmente insieme alla rendita per inabilità, è rivalutato ogni anno con apposito Decreto Ministeriale e non è soggetto a tassazione IRPEF.

Dal 1° luglio 2022 l’importo è pari a 268,37 euro.

L’assegno decorre dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

A chi è rivolto

E’ riconosciuto ai titolari di rendita diretta, che si trovano nell’impossibilità di fruire dell’assunzione obbligatoria.

E’ erogato fino al compimento dei 65 anni di età, salvo variazioni nella condizione di incollocabilità.

Requisiti

Per fruire della prestazione, è necessaria la contemporanea presenza dei seguenti requisiti:

Come richiederlo

La domanda può essere inviata anche tramite il nostro Patronato.

Seleziona “Pratica in ufficio” per trovare la sede a te più vicina.

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio