Speciale assegno continuativo

L'INAIL corrisponde un assegno mensile ai superstiti di lavoratori titolari di rendita deceduti per cause non dipendenti da infortunio o malattia professionale.
A chi è rivolto:
Eredi del lavoratore deceduto titolare di rendita diretta
Requisiti:
Decesso per cause indipendenti dall'infortunio sul lavoro o dalla malattia professionale.

Che cos’è

Prestazione economica a beneficio dei familiari dei lavoratori già titolari di rendita, deceduti per cause indipendenti dall’infortunio o dalla malattia professionale. 

E’ versato ogni mese, ed è calcolato sull’importo della rendita percepita in vita dal lavoratore.

E’ rivalutato annualmente e non è soggetto ad IRPEF.

A chi è rivolto

Requisiti

E’ necessario che al lavoratore deceduto sia stato riconosciuto in vita:

Compatibilità

La prestazione è collegata allo stato di bisogno dei superstiti.

Non è erogato quando gli eredi percepiscono altre prestazioni liquidate con continuità dallo Stato (ad esempio: pensioni), altre rendite o redditi di diversa natura (escluso il reddito della casa di abitazione), di importo pari o superiore a quello dell’assegno speciale.

Sono esclusi gli assegni familiari, assistenziali, le pensioni di guerra.

Nel caso le prestazioni percepite o i redditi posseduti siano di importo inferiore a quello dell’assegno, quest’ultimo sarà erogato per la parte differenziale.

Come richiederlo

La domanda può essere presentata anche tramite il nostro patronato.

Seleziona “Pratica in ufficio” per conoscere la sede a te più vicina.

Termini di presentazione

La domanda deve essere presentata entro 180 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione con cui l’INAIL informa i superstiti della facoltà di richiedere la prestazione.

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio