Riconoscimento prolungamento indennità temporanea

L'INAIL riconosce il prolungamento della indennità temporanea quando il lavoratore dichiarato guarito non è ancora nelle condizioni psico-fisiche di riprendere la propria attività.
A chi è rivolto:
Lavoratori infortunati o affetti da malattie professionali in stato di inabilità temporanea
Requisiti:
Certificato di riammissione in temporanea con indicazione dei giorni di prognosi

Che cos’è

Il prolungamento è riconosciuto quando il lavoratore, in conseguenza delle lesioni riportate e per il tipo di lavorazioni esercitate, non è in grado di riprendere l’attività professionale al termine del periodo di inabilità temporanea assoluta stabilito dall’INAIL.

I giorni di prolungamento si sommano a quelli di inabilità precedente, senza alcuna interruzione, e sono soggetti ad IRPEF.  

A chi è rivolto

Infortunati sul lavoro o soggetti affetti da malattie professionali, in stato di inabilità temporanea assoluta al lavoro.

Requisiti

E’ necessario l’invio del certificato medico continuativo, con l’indicazione dei motivi e dei giorni di prognosi richiesti.

Compatibilità

E’ incompatibile con l’indennità di malattia, di maternità, di disoccupazione e con il trattamento di integrazione salariale.

Come richiederlo

La prestazione può essere richiesta anche tramite il nostro patronato.

Seleziona “Pratica in ufficio” per conoscere la sede a te più vicina.

Termini di presentazione

I giorni di prolungamento devono essere continuativi al precedente periodo di inabilità.

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio