Pensione sordi civili

La pensione ai sordi è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti ai quali sia stata riconosciuta una sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva.
A chi è rivolto:
La pensione ai sordi civili è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti ai quali sia stata riconosciuta una sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva.
Requisiti:
La pensione può essere richiesta da coloro che hanno una età compresa tra i 18 e i 67 anni di età che soddisfano i requisiti sanitari e amministrativi previsti dalla legge.

Che cos’è

La pensione ai sordi civili è una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei soggetti ai quali sia stata riconosciuta una sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva.

Per l’anno 2022 la pensione è pari ad euro 291,98 e viene erogata per 13 mensilità.

A chi è rivolto

Hanno diritto alla pensione, i sordi di età compresa tra i 18 e i 67 anni di età che soddisfano i requisiti sanitari e amministrativi previsti dalla legge.

Requisiti

La pensione viene erogata entro un limite di reddito stabilito annualmente che, per l’anno 2022 è pari ad euro 17.050,42.

Quindi, i requisiti sanitari e amministrativi sono i seguenti:

Compatibilità

L’indennità è compatibile con lo svolgimento di attività lavorativa e spetta per intero anche se il richiedente è ricoverato in un istituto.

L’indennità di comunicazione è incompatibile con analoghe prestazioni concesse per invalidità contratte per causa di guerra, di lavoro o di servizio. È data facoltà al cittadino di esercitare il diritto di opzione per il trattamento più favorevole.

L’indennità di comunicazione è compatibile e cumulabile con l’indennità di accompagnamento per invalido civile totale e l’indennità di accompagnamento per cieco assoluto purché siano state concesse per distinte minorazioni, ognuna relativa a differenti status di invalidità (soggetti c.d. pluriminorati).

Come richiederlo

Per il riconoscimento della prestazione è necessario presentare domanda all’INPS, esclusivamente per via telematica.

La presentazione della domanda per il riconoscimento dell’invalidità si articola in due fasi:

  1. la compilazione e l’invio telematico del certificato medico da parte del proprio medico curante, ovvero da un medico abilitato dall’INPS;
  2. la presentazione telematica della domanda all’NPS, da abbinare al certificato medico introduttivo. Il richiedente ha 90 giorni di tempo, dall’invio del certificato medico, per inoltrare la domanda per il riconoscimento dell’invalidità civile.

Una volta presentata la domanda, al cittadino viene comunicata la data di convocazione per la visita di accertamento sanitario, la quale sarà eseguita da un’apposita Commissione Medica.

Nel caso di affezioni da patologie oncologiche, la visita è fissata entro 15 giorni dalla domanda.

La domanda può essere presentata all’INPS anche tramite il portale www.epasa-itaco.it. Scorri la pagina e clicca sul pulsante “Pratica on line” per effettuare la domanda on line, oppure seleziona “Pratica in ufficio” per conoscere la sede a te più vicina.

Compila la Pratica online

Pratica online

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio