Facoltà di Computo nella Gestione separata

I lavoratori che versano anche contribuzione nella Gestione separata possono esercitare la facoltà di Computo che consente di sommare i contributi presenti in altre forme previdenziali per liquidare una pensione a carico della Gestione separata.
A chi è rivolto:
La facoltà di Computo nella Gestione separata è rivolta agli iscritti a questa gestione, in possesso di contribuzione anche come lavoratori dipendenti e/o autonomi.
Requisiti:
Per presentare domanda di pensione di vecchiaia/anticipata con il Computo nella Gestione separata, è necessario avere almeno un contributo in tale gestione e almeno un ulteriore contributo versato o accreditato, in un'altra gestione, entro il 31.12.1995

Che cos’è

La facoltà di Computo nella Gestione separata consente a coloro che sono iscritti e versano (o hanno versato) contribuzione in questa gestione, di sommare la contribuzione esistente in altre forme previdenziali per liquidare una pensione a carico della Gestione separata.

Questo strumento permette di andare in pensione con i requisiti previsti per i lavoratori “nuovi iscritti”, il cui primo contributo risulta versato/accreditato dal 1° gennaio 1996.

La pensione, quindi, sarà liquidata con il sistema di calcolo totalmente contributivo.

Per sapere quali sono i requisiti di pensione richiesti per i lavoratori “nuovi iscritti”, si faccia riferimento alle schede:

Il Computo nella Gestione separata può essere utilizzato anche per richiedere la pensione Quota 100 e la pensione Quota 102.

A chi è rivolto

La facoltà di Computo nella Gestione separata può essere esercitata:

Requisiti

E’ richiesto anche il perfezionamento dei requisiti richiesti per effettuare l'”opzione al contributivo”, che sono:

Questi requisiti devono essere verificati considerando tutta la contribuzione di cui l’interessato è titolare.

Attenzione! Con la Circolare INPS n. 184 del 18 novembre 2015, è stato chiarito che i contributi versati o accreditati, successivamente alla decorrenza della pensione, nell’assicurazione generale obbligatoria (FPLD e Gestioni speciali dei lavoratori autonomi) o nelle gestioni sostitutive ed esclusive dell’A.G.O., non possono dar luogo né ad un supplemento di pensione né ad una pensione supplementare. Questi contributi, quindi, potranno essere utilizzati solo al raggiungimento dei requisiti previsti per un autonomo diritto a pensione.

Compatibilità

Per accedere alla pensione utilizzando la facoltà di Computo nella Gestione separata deve essere cessata l’attività di lavoro dipendente.

Come richiederlo

L’applicazione del Computo nella Gestione separata si richiede nel momento in cui si presenta domanda di pensione.

La domanda può essere presentata all’INPS anche tramite il Patronato EPASA-ITACO. Scorri la pagina e clicca sul pulsante “Pratica in ufficio” per conoscere la sede a te più vicina.

Decorrenza

La pensione liquidata in regime di Computo nella Gestione separata avrà decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello in cui è stata esercitata tale facoltà.

Consegna la Pratica in ufficio

Pratica in ufficio